Close

Showing results 1 to 5 of 5

Thread: Volte a stella

  1. #1
    Posting Freak zurigo's Avatar
    Join Date
    13.10.2010
    Posts
    1.422

    Default Volte a stella

    Ciao cari, non mi risulta che al momento qualcuno sia riuscito a risolvere il problema della modellazione con Revit delle volte leccesi (chiamate "a stella" ma sarebbe meglio dire "a spigoli" e "a squadro" a seconda delle due principali varianti). Parlo di una modellazione non puramente "formale" ma logica e corrispondente alle fasi di costruzione della volta stessa:
    a) le appese;
    b) le unghie di crociera;
    c) la calotta "a stella".
    Le prime due fasi sono a geometria esplicita e quindi facili. La terza no, non ha una geometria chiara e distinta, a causa di una serie di motivi tecnico-costruttivi e alle proprietà dei materiali dei blocchi. In sostanza, la superficie della stella a quattro punte viene "riempita" adattandosi (ripeto, adattandosi ) alle direttrici curvilinee dei fianchi delle unghie, ma NON è una classica vela con generatrici a tutto sesto. Alcuni studiosi hanno parlato di "bacino ellissoidico", in sostanza una vela a generatrice ellissoidale.
    Mi sto cimentando in questi giorni nello studio della cosa, con ovvie difficoltà.
    Grazie al consiglio di alcuni amici ho capito che certamente è possibile avvicinarsi molto ad una buona modellazione facendo una famiglia di massa concettuale, ottenendo le superfici con lo strumento Crea forma, poi importandole nel progetto e facendo Tetto da superficie. Con qualche difficoltà e qualche intoppo, ci si avvicina. Ma ancora non siamo ad un risultato perfetto: sempre che sia possibile ottenerlo, perché il bello di queste volte è che la loro forma in non piccola parte è ottenuta in cantiere anche levigando la morbida pietra con qui sono costruite...
    Vi allego intanto un'immagine di uno schema volumetrico che rappresenta i punti a) e b) di poc'anzi (appese e unghie). La differenza tra i due elementi si vede anche in pianta: le appese sono porzioni di unghia di crociera che "si fermano" ad una certa altezza e fanno da base e appoggio per l'unghia vera e propria, che si differenzia perché "si apre" in pianta, simmetricamente rispetto alle bisettrici degli angoli.
    Ovviamente il problema è come "riempire" il vuoto della stella con una calotta coerente ai fianchi delle unghie. Nella realtà costruttiva avviene proprio così: i maestri una volta costruite le unghie (se cercate sul web troverete molte foto) ci appoggiano sopra a partire dal basso la "vela" della stella sino a chiuderla nella chiave di volta. Tanto per gradire, poi, nè le unghie nè la stella sono "piatte" al loro colmo. Così, tanto per semplificare...
    Grazie a chi vorrà contribuire, in palio pasticciotti di Galatina per tutti
    ciao
    c
    ps: l'immagine non rappresenta probabilmente il modo giusto di procedere, è solo per evidenziarvi il problema visivamente. Più giusto, come dicevo, lavorare con linee e piani di riferimento per poi ottenere le diverse superfici da portare dentro il progetto.

  2. #2
    Master pungi74's Avatar
    Join Date
    20.05.2009
    Location
    Robilante (Cn)
    Posts
    354

    Default

    Può interessare?
    http://www.revitforum.com/forum/show...ghlight=stella
    Opps annullo il post... non avevo visto...che avevi visto ed i link non sono più validi. Pardon

  3. #3
    Posting Freak zurigo's Avatar
    Join Date
    13.10.2010
    Posts
    1.422

    Default

    Grazie Pungi, conosco a memoria tutti i post del forum dove si parla di questo argomento ma per ora la soluzione non è stata trovata da nessuno.
    Come scrivevo, una strada promettente è quella di ottenere le superfici dentro una famiglia di massa, e poi portarle dentro il progetto.
    Ma sto trovando molto difficile generare le superfici che servono, e poi farle digerire al comando Crea tetto da superficie.
    ciao
    c

  4. #4
    Posting Freak zurigo's Avatar
    Join Date
    13.10.2010
    Posts
    1.422

    Default

    Con Autocad è molto facile, ci si avvicina parecchio.
    Peccato che a me serva Revit

  5. #5
    Posting Freak zurigo's Avatar
    Join Date
    13.10.2010
    Posts
    1.422

    Default

    Questo (prima immagine) è quanto si ottiene con quello che molti pensano essere il metodo giusto per ottenere (almeno formalmente) una volta a spigoli: cioé prendendo una volta a crociera (fatta con quattro porzioni di Tetto per estrusione), e sottraendo, dall'intradosso, un solido di rotazione (vuoto in place) avente sezione generatrice ellissoidica impostata sulla sezione diagonale della campata.
    Diciamo che si assomiglia, ma non è ancora una volta a spigoli. Siamo comunque dentro Revit, è già qualcosa. Step successivo, per approssimarsi a quanto fatto con Autocad, , è usare, per il taglio dell'intradosso, non una famiglia di vuoto in place, ma una famiglia in place piena: si buca verticalmente la crociera in corrispondenza della stella, ci si pone nella sezione diagonale, si rivoluziona una sezione, si tolgono le porzioni di stella in eccesso.
    La soluzione ha vari difetti durante e post operazione.
    ciao
    c

Posting Rules

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
  •